Grand Soleil 72 Long Cruise, verso Cannes dopo il varo tecnico

Il debutto mondiale del Grand Soleil 72 versione Long Cruise è ormai alle porte. L’ammiraglia della flotta Grand Soleil recentemente varata a Pesaro è infatti pronta ad affrontare l’ultimo passo, il più importante per chi ha investito su un progetto ambizioso: l’anteprima assoluta al Cannes Yachting Festival 2023 dal 12 al 17 settembre.

Il Grand Soleil 72 Long Cruise, come la sua gemella in versione Performance lanciata sul  mercato lo scorso anno, è un progetto curato da Cantiere del Pardo in collaborazione con Franco Corazza, project manager di tutta la gamma Grand Soleil sopra i 60 piedi. Al suo fianco, un’equipe di grandi professionisti del mondo vela come Matteo Polli, lo studio milanese Nauta Design e Marco Lostuzzi. Insieme hanno dato vita a un modello pensato per armatori che apprezzano un approccio made to measure e che amano vivere le proprie avventure in comfort, sicurezza e autonomia nel massimo rispetto dell’habitat marino.

Tradizione e attenzione ai dettagli danno forma a questo progetto costruito secondo i più alti standard del settore nautico, frutto di 50 anni di storia ed esperienza maturati da Cantiere del Pardo.

Il nuovo Grand Soleil 72 Long Cruise si contraddistingue per la tuga caratterizzata da una grande vetrata a 270° che è stata accorciata, alzata e allargata rispetto alla versione Performance. In pozzetto, il tambuccio e la scala sono stati spostati lateralmente così da ottenere una seduta a “C” e una in linea, mantenendo i due ampi prendisole a poppa, che caratterizzano anche la versione Performance. La versione Long Cruise ha tutta la dinette rialzata permettendo di godere della vista del panorama esterno sia in posizione seduta che in piedi.

Il layout degli interni, secondo la consueta e apprezzata calligrafia di Nauta Design, è in perfetta relazione con le geometrie della coperta. Nauta ha concepito, disegnato e affinato ogni volume e dettaglio di coperta e interni per sfruttare tutti gli spazi, ottenendo così tra loro una relazione coerente e olistica. Dimensioni, ergonomie, stivaggi, funzioni e qualità di tutti gli accessori garantiscono standard da superyacht. Il design e le varie palette dei materiali connotano gli interni di uno stile sobrio, fresco, elegante ed accogliente.

Come per la versione Perfomance, anche sul Grand Soleil 72 Long Cruise sono state studiate diverse soluzioni di layout interno: entrambe le versioni hanno la cabina armatore a prua, ma si differenziano per due diverse impostazioni per la cucina, che può essere posizionata a poppa o a prua, e diverse distribuzioni delle cabine ospiti ed equipaggio.

Il salone del Grand Soleil 72 è davvero il cuore pulsante dello yacht. A sinistra si trova un accogliente divano a “L” con un tavolo da pranzo che può ospitare comodamente fino a otto persone. A dritta è posizionato un elegante divano a “U” che si estende verso prua fino alla zona carteggio, con plancia a parete e cassettiere portaoggetti sottostanti.

Attualmente, oltre al varo del GS72 LC, Grand Soleil ha in costruzione due scafi di GS72 in versione Performance: il primo, che è lo scafo #2, è in fase di assemblaggio, mentre lo scafo #3 è in laminazione. Anche per il nuovissimo Grand Soleil 65, altro debutto mondiale previsto per il Cannes Yachting Festival 2023, ci sono già due scafi in lavorazione: il GS65 LC scafo #1 in assemblaggio, il 65 LC scafo #2 in laminazione.

(Grand Soleil 72 Long Cruise, verso Cannes dopo il varo tecnico – barchemagazine.com – Giugno 2023)